I Segreti della Sistina

Ecco un consiglio da parte nostra per una lettura in stile Voyager:

Nel cuore della cristianità si cela un manifesto eversivo dipinto da Michelangelo: la Cappella Sistina. Esattamente cinquecento anni fa, nel 1508, papa Giulio II costrinse il pittore a iniziare il ciclo di affreschi, e lui chinò il capo; ma trasformò il proprio capolavoro in un messaggio cifrato comprensibile solo agli iniziati. Alla ricca simbologia ebraica e neoplatonica affidò il suo vero testamento spirituale e morale: una critica feroce contro la corruzione della Chiesa, una nuova concezione della donna e della sessualità, e soprattutto l’utopia di una fratellanza universale tra gli uomini e le religioni. Doliner e Blech decifrano immagine per immagine il significato nascosto nei dipinti, portando alla luce lo spirito irriverente e sognatore di un genio ribelle in lotta contro il potere.

I Segreti della Sistinaultima modifica: 2008-09-22T14:11:15+00:00da voyager85
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento